Tuffi

Storia
Tanja Cagnotto Tanja Cagnotto Foto M. Lovati

La disciplina dei tuffi è stata introdotta nell’ambito delle “Fiamme Gialle” nell’anno 2003 con l’arruolamento delle due atlete a quel tempo più rappresentative in campo nazionale e internazionale, Tania Cagnotto (la più grande tuffatrice italiana di ogni epoca) e Maria Elisabetta Marconi, tuttora in organico.

Le due atlete, che fanno parte stabilmente della rappresentativa nazionale, nell'arco di tempo che è trascorso dal loro inserimento nel Settore Nuoto “Fiamme Gialle” hanno  ottenuto numerosissime affermazioni. In particalare Tania Cagnotto ha fatto la storia della specialità, vincendo sui trampolini di tutto il mondo. Questo in sintesi il suo straordinario palmares:

- 4 partecipazioni Olimpiche (Da Sydney 2000 a Londra 2012) con 2 quarti posti a Londra 2012 e un quinto posto a Pechino 2008;

- 1 Argento e 4 Bronzi ai Mondiali;

- 17 Ori, 4 Argento e 4 Bronzi agli Europei.

Dal canto suo Maria Marconi ha vinto un'infinità di titoli italiani impreziositi da un argento e un bronzo ai Campionati Europei.

Per merito di queste due bravissime atlete, in particolare della straordinaria Tania Cagnotto, il Gruppo Nuoto “Fiamme Gialle” nella disciplina dei tuffi, è assurto tra i club italiani ed europei più rappresentativi.

Attualmente Tania Cagnotto, classe 1985, sta ricaricando le batterie in prospettiva Giochi Olimpici di Rio de Janeiro 2016, verosimilmente la sua ultima grande occasione per tentare, ancora una volta, di salire sul podio olimpico, unica soddisfazione che manca alla sua già legendaria carriera e che meriterebbe ampiamente. E' ancora nell'immaginario collettivo di tutti gli sportivi la sua bellissima e sfortunata partecipazione ai Giochi di Londra 2012 con due quarti posti (sincro e trampolino mt. 1) che potevano essere sicuramente due medaglie.