Pattinaggio su Ghiaccio

News

Menù Pattinaggio su Ghiaccio

Sabato, 17 Febbraio 2018 13:49

PyeongChang2018: short track, Arianna Fontana 7^ e Martina Valcepina 12^ nei 1500 metri.

Martina Valcepina in azione Martina Valcepina in azione

Dopo lo straordinario oro nei 500 metri Arianna Fontana, insieme all’altra “Fiamma Gialla” Martina Valcepina, è tornata oggi sul ghiaccio della “Gangneung Ice Arena” per disputare le fasi finali dei 1500 metri. In poco più di due ore le atlete si sono affrontate partendo dai quarti di finale in un cammino davvero durissimo che ha visto le nostre pattinatrici superare brillantemente le rispettive batterie dei quarti accedendo, da prima di batteria (Fontana) e terza (Valcepina) alle semifinali. La Fontana, grazie al secondo posto nella propria semifinale alle spalle dell’olandese Ter Mors, è poi riuscita a centrare la qualificazione per la finale “A”, quella per le medaglie, mentre la Valcepina, terza e prima delle escluse della propria “heat”, ha ottenuto l’accesso per la finale “B” che assegna i piazzamenti dall’8° al 12° posto. In una finalissima al cardiopalma, con una fase iniziale disputata su ritmi lenti e che poi si è infiammata negli ultimi 5-6 giri, la nostra portabandiera non è purtroppo riuscita a trovare lo spunto necessario per tentare di salire di nuovo sul podio. Rallentata da alcuni contatti fra le atlete che la precedevano, Arianna non ha trovato nelle proprie gambe l’energia per rilanciare l’azione dovendo desistere a due tornate dal termine concludendo al 7° posto in 2’27”475. La gara è stata vinta dalla beniamina di casa Min Jeong Choi (2’24”948), argento alla cinese Jinyu Li (2’25”703), bronzo alla canadese Kim Boutin (2’25”834). Nella finale B, Martina Valcepina ha tagliato il traguardo in seconda posizione ma è stata poi penalizzata dai giudici (per impeding) e quindi arretrata al 12° posto finale.

Il commento a caldo di Arianna Fontana dopo la finale: “Alla fine non ne avevo più. Ho sprecato molto nei sorpassi e nel tentativo di risalire. Ho perso velocità dopo alcuni contatti e non ho trovato le gambe per rilanciare. I 1500 non sono la mia distanza preferita anche se devo dire che anche qui ho sempre detto la mia. Mi spiace di essermi staccata nel finale ma, come detto, non ne avevo più. Ho ancora da disputare i 1000 e la staffetta e so di poter dare ancora molto”.

CLASSIFICA