Stampa questa pagina
Domenica, 14 Gennaio 2018 16:05

Short track, la 7ª meraviglia di Arianna: la Fontana è ancora regina d’Europa

C’è ancora e sempre l’Italia lassù, a prendersi l’Europa e a guardare tutti dall’alto. Se ieri era stato il giorno di Martina Valcepina, oro nei 500 e nei 1500 metri, la domenica di Dresda ha invece incoronato la padrona assoluta dello short track continentale: in Germania Arianna Fontana bissa il successo dello scorso anno a Torino e conquista il settimo titolo europeo in carriera proprio davanti all’altra azzurra, strepitosa seconda. La Freccia Bionda, prossima portabandiera ai Giochi Olimpici Invernali di Pyeongchang 2018, centra la settima meraviglia dopo i trionfi del 2008, 2009, 2011, 2012, 2013 e 2017, raggiungendo così Evgenia Radanova in testa al ranking delle atlete più vincenti di sempre a livello continentale. Per Martina arriva invece il miglior piazzamento in carriera in un Europeo dopo i terzi posti di Heerenveen 2011 e Mladò 2012. Un week-end perfetto alla EnergieVerbund Arena.

Il sorpasso della Fontana, seconda nella classifica overall a inizio giornata e in svantaggio di 39 punti sulla Valcepina, si intuisce dopo i 1000 e si concretizza al termine della superfinale dei 3000. Sulla prima distanza Arianna guadagna agevolmente l’accesso alla finale A e chiude prima dominando davanti all’olandese Schulting e alla tedesca Seidel mentre Martina raggiunge la finale B dove però una caduta la relega al quarto posto (l’ottavo complessivo). Gap che si riduce così fino a sei sole lunghezze. Nei 3000 la portabandiera azzurra fa quanto basta per firmare l’ennesimo capolavoro: il secondo posto alle spalle della russa Prosvirnova le vale sorpasso e titolo in virtù della 7ª posizione di Martina Valcepina. Fontana chiude a 84 punti la sua classifica overall, Valcepina a 70, con proprio la russa Prosvirnova a completare il podio a quota 49.

Joomla SEF URLs by Artio