1943 | L'8 settembre ferma lo sport Fiamme Gialle

Il 21 agosto a Roma Gaetano Simoni (BOX 3) venne nominato reggente di una Fidal che era inserita in un CONI centro-meridionale il quale ebbe come Commissario, dal 28 giugno, l’avvocato Giulio Onesti. Sul fronte olimpico, dopo il mancato svolgimento della XII Olimpiade di Tokyo 1940 e della XIII Olimpiade 1944, quest’ultimi non assegnati poiché il Mondo era in pieno conflitto bellico, nell'agosto del 1945, a pochi giorni dalla fine delle ostilità e in tutta fretta, il CIO si riunì a Londra ed assegnò alla capitale britannica l'organizzazione dei Giochi della XIV Olimpiade che furono programmatati dal 29 luglio al 14 agosto del 1948.

Per quanto riguarda l’attività agonistica gialloverde, questa fu di scarso rilievo poiché gli atleti del Gruppo Atletico erano oramai tutti dislocati nei vari teatri d’operazione sicchè solo qualcuno poté partecipare saltuariamente a qualche riunione e senza una preparazione adeguata. Arrivò poi l’otto settembre 1943 e gli eventi bellici portano a Roma un governo militare alleato attorno al quale l’Italia centro-meridionale iniziava a ristrutturarsi e dell’atletica non se ne parlò più. Si chiuse così il primo periodo dell’attività del Gruppo Atletico Fiamme Gialle.