Stampa questa pagina

1932 | Lake Placid e Los Angeles, città olimpiche

Il 1932 fu l’anno delle Olimpiadi con lo svolgimento Lake Placid, nel Continente Americano, dei Giochi Invernali. Fu la III Olimpiade Invernale con l’Italia, per la terza volta, fuori dal medagliere.

Fu anche la prima edizione alla quale partecipavano ben quattro atleti delle Fiamme Gialle: i finanzieri Francesco Dezulian (atleta riserva nel fondo), Andrea Vuerich (25° nel fondo 18 km), Severino Menardi (21° nella combinata nordica individuale, 27° nel salto speciale K60, 36° nel fondo 18 km) ed Ernesto Zardini che conseguì i risultati migliori (12° nella combinata nordica individuale, 14° nel salto speciale K60 e 33° nel fondo 18 km). Tra i migliori degli italiani va annoverato il gialloverde Vuerich anche se fu colto da un’influenza negli ultimi giorni di permanenza in America.

Quelli Estivi, la X Olimpiade, previsti sempre in America si disputarono a Los Angeles e l’Italia si piazzò al secondo posto della classifica finale con 36 medaglie (12 oro, 12 argento, 12 bronzo). Fu un risultato storico per lo sport nazionale che iniziava a far sentire la sua “voce” grazie all’organizzazione che si stava costruendo intorno alle varie discipline sportive. L’occasione olimpica americana vide, per la prima volta, l’allestimento di “Casa Italia” – divenuta, nel tempo, il classico punto di ritrovo-ristorante italiano per dirigenti, tecnici, atleti, stampa ed eventuali ospiti della Nazionale Italiana –.