Stampa questa pagina
Lunedì, 02 Maggio 2022 08:52

Ancora d'Oro Garozzo e Bianchi

(Bianchi e Garozzo) (Bianchi e Garozzo) Foto Bizzi

Daniele Garozzo e Guillaume Bianchi chiudono la tappa bulgara di Coppa del Mondo in trionfo, dominando la gara a squadre e facendo suonare ancora l’Inno di Mameli. Oggi i fiorettisti guidati dal Commissario tecnico Stefano Cerioni si sono ripetuti, dopo il successo ottenuto due settimane fa a Belgrado. Il quartetto italiano composto appunto da Daniele Garozzo, Guillaume Bianchi, Tommaso Marini e Alessio Foconi  ha fatto quel che quest’anno gli riesce quasi naturale, persino semplice a osservare gli assalti dall’esterno: ha stravinto la gara, senza che nessun avversario raggiungesse neppure quota 30. Uno strapotere indiscusso, sancito dalla finale vinta 45-28 sulla Francia, punto esclamativo su una giornata tutta tinta d’azzurro. Il quartetto italiano si è ritrovato in pedana debuttando con un secco 45-20 rifilato alla Spagna. Nei quarti di finale gli azzurri hanno continuato a tirare una spanna sopra gli avversari, regolando anche l’Ungheria per 45-29. E la musica non è cambiata in semifinale, quando sotto i colpi di un’Italia implacabile è caduto il team degli Stati Uniti, sconfitto con un eloquente 45-27. Si è arrivati così alla finale contro la Francia, di nuovo senza storia: Daniele Garozzo, Alessio Foconi, Tommaso Marini e Guillaume Bianchi hanno scritto sulla pietra di questa stagione di Coppa del Mondo un altro trionfo. È il terzo in quattro gare. Uno più bello dell’altro.

 
Joomla SEF URLs by Artio