Sport Invernali

News
Sabato, 11 Dicembre 2021 11:55

Coppa del Mondo sci alpino: Sofia Goggia sfiora l'impresa e sale ancora sul podio. E' seconda nel supergigante di St. Moritz!

Sofia Goggia nel parterre di St.Moritz Sofia Goggia nel parterre di St.Moritz ph. Facchinetti/FISI

Con una straordinaria prova di coraggio, attaccando con condizioni di visibilità decisamente peggiori rispetto alle big che l’avevano preceduta in partenza, la “Fiamma Gialla” Sofia Goggia ha conquistato un incredibile secondo posto nell’odierno supergigante di Coppa del Mondo disputato a St. Moritz (Svizzera). Solo la beniamina di casa Lara Gut-Behrami, scesa 10 numeri prima di Sofia, quando il meteo era più clemente, è riuscita a stare davanti alla nostra campionessa che, forte del motto “only the brave”, non ha alzato assolutamente il piede dall’acceleratore nonostante la luce piatta e i pochi punti di riferimento sciando con grinta e con le giuste correzioni di traiettoria sul tracciato della "Corviglia". La Goggia, l’unica ad essere riuscita a restare nella scia della ticinese Gut-Behrami, ha chiuso a soli 18 centesimi dal primo posto precedendo, su un podio di campionesse “stellari”, la statunitense Mikaela Shiffrin, oggi la “best of the rest” con la sua terza piazza a +1”18 dalla vincitrice. Molto positiva la prova di squadra del team italiano oggi a St. Mortiz, che piazza Elena Curtoni al 6° posto, Federica Brignone all’8° e Marta Bassino al 9°. Per la nostra Sofia Goggia quello ottenuto oggi è il quarto podio stagionale in Coppa del Mondo su cinque gare disputate, risultato che arriva all’indomani del fantastico triplete messo a segno dalla bergamasca nello scorso week-end a Lake Louise dove aveva conquistato tre vittorie in tre giorni (2 in discesa ed 1 in super-g). Complessivamente il numero dei podi ottenuti dalla gialloverde nel Circo Bianco sale a quota 36 (superato Piero Gros).

CLASSIFICA

Il commento a caldo di Sofia:Sono molto contenta del risultato che ho ottenuto, sono consapevole di non aver sciato troppo bene perchè, forse anche a causa della visibilità piatta, entravo troppo inclinata nelle curve. Aver preso meno di 2 decimi dalla Gut con queste condizioni è tanta roba! Avevo in mente delle linee ben precise ma non sono riuscita a disegnarle, mi sono trovata un po’ in ritardo, forse perché non stavo troppo sopra lo sci. Con qualche drift sono comunque riuscita a correggere le traiettorie e alla fine è andata bene…ma posso sciare sicuramente ancora meglio!”

Video