Pattinaggio su Ghiaccio

News

Menù Pattinaggio su Ghiaccio

Domenica, 24 Ottobre 2021 12:14

Short track: Italia bella (e un po' sfortunata) nell'ultima giornata dell'opening di Coppa del Mondo a Pechino. Podio per Sighel e Cassinelli, TERZI in staffetta!

La staffetta maschile di bronzo La staffetta maschile di bronzo FISG

L’Italia brilla anche nella giornata conclusiva della prima tappa di Coppa del Mondo di short track, di scena sul ghiaccio di Pechino. Sono le staffette, le prove di squadra per antonomasia, a regalare ai nostri colori le ultime soddisfazioni (ma anche tanta amarezza) in un weekend assolutamente positivo per l’Italia, a caccia dei primi riscontri utili in chiave-qualificazione per i Giochi Olimpici del prossimo febbraio 2022. Diciamo subito che il primo obiettivo, quello di raggiungere tutte le finali, è stato centrato; e non era assolutamente scontato visto l’attuale (altissimo) livello della Coppa del Mondo. L’amarezza deriva dal fatto di aver, in due finali su tre (staffetta mista e staffetta femminile) chiuso ai piedi del podio. Due quarti posti, in tre finali rocambolesche con tante cadute ed entrate al limite. Nella staffetta mista sui 2000 metri il team schierato al via dai tecnici dell’Italia Assen Pandov e Frederick Blackburn ha avuto una fortissima trazione “Fiamme Gialle”. Tre dei quattro componenti la staffetta erano infatti finanzieri: Pietro Sighel, Andrea Cassinelli e Martina Valcepina, insieme alla portacolori dell’Ice Lab Arianna Fontana, sono riusciti a duellare alla pari, in una finale assolutamente stellare, contro i quartetti di Cina, Paesi Bassi e Corea. Purtroppo gli azzurri e le azzurre non sono riusciti ad agganciare il podio chiudendo ad un soffio dal bronzo la gara vinta da Cina su Paesi Bassi e Corea. Stesse formazioni, nello stesso ordine, che hanno occupato il podio della staffetta femminile sui 3000 metri, con le nostre Martina ed Arianna Valcepina (insieme a Fontana e Mascitto) ancora una volta in zona “medaglia di legno”. Cambia invece l'epilogo, dopo un finale thrilling e dopo l'intervento (quasi in extra time) della giuria, nella staffetta maschile sui 5000 metri dove i finanzieri Pietro Sighel ed Andrea Cassinelli, insieme a Tommaso Dotti e Yuri Confortola (con Luca Spechenhauser schierato nei quarti), hanno conquistato il terzo posto, avanzati (da quarti a terzi) dal direttore di gara che ha penalizzato la Cina ed assegnato un cartellino giallo alla Corea. La classifica finale ha quindi confermato al primo posto i Paesi Bassi davanti all'Ungheria e all'Italia. Un'Italia che promette bene in questa lunghissima stagione olimpica.

Nella foto: una fase della staffetta femminile (ph. FISG)

RISULTATI COMPLETI

Video

ISU/Youtube Channel