Scherma

News
Lunedì, 15 Marzo 2021 10:33

Budapest: Argento per Irene Vecchi nella gara a squadre. 7° posto per Enrico Berrè nella gara individuale

Budapest: Argento per Irene Vecchi nella gara a squadre. 7° posto per Enrico Berrè nella gara individuale foto Augusto Bizzi

Eccellente prestazione per le sciabolatrici italiane fermate a una stoccata dalla conquista della medaglia d’oro contro la Polonia.

Nella tappa di Coppa del Mondo di sciabola femminile e maschile, svoltasi a Budapest, che ha segnato da una parte la ripresa dell'attività agonistica internazionale e dall'altra la conclusione della fase di qualificazione olimpica a Tokyo, la formazione azzurra composta da Irene Vecchi, Rossella Gregorio, Martina Criscio e Michela Battiston, è stata fermata solo in finale dalla stoccata decisiva del 45 a 44 contro la Polonia.

Il cammino del quartetto azzurro iniziato agli ottavi di finale con la vittoria contro l'Azerbaijan con il netto punteggio di 45 a 26. Successivamente Irene e compagne avevano affrontato e superato le padrone di casa dell'Ungheria, con lo score di 45 a 39.

In semifinale, la sfida contro la Francia, conclusa con il punteggio di 45 a 43 al termine di una lunga rimonta che aveva visto le azzurre sempre inseguire le cugine transalpine.

Grazie al secondo posto ottenuto sulle pedane magiare, l'Italia conclude la fase di qualificazione da numero 2 del ranking mondiale.

Nella gara a squadre di sciabola maschile, già qualificata per Tokyo, con Luigi Samele, Enrico Berrè e con Luca Curatoli, e Matteo Neri, si classifica al settimo posto.

Nella gara individuale ottima prestazione per Enrico Berrè fermato ai quarti di finale dal georgiano Sandro Bazadze, col punteggio di 15 a 12.

Enrico Berrè ha esordito superando il giapponese Kento Hoshino per 15 a 8, proseguendo poi con i successi contro il sudcoreano Lee Jonghyun anche in questo caso per 15 a 8, e contro il tunisino Fares Ferjani per 15 a 7.