Atletica

News
Lunedì, 08 Marzo 2021 09:59

Euroindoor: Risultati positivi vista Tokyo

TORUN. Tanti risultati da brivido per  i colori Giallo Verdi durante la tre giorni polacca,

Gli azzurri portano a casa complessivamente tre medaglie agli Euroindoor, massima competizione continentale al coperto. 

Vediamo come sono andati i rappresentanti Fiamme Gialle:

Larissa Iapichino all'esordio con la nazionale assoluta, riempie di esperienza il suo bagaglio personale. A 18 anni appena compiuti si permette di lottare per le medaglie e tornare a casa con un quinto posto che accende grandi speranze in vista della stagione all'aperto. Chiude la gara con 

Sesto posto per Alessia Trost che si ferma alla misura di 1.92. Anno di risalite. Bentornata Alessia!!!

Una montagna! Chituru Ali guarda tutti gli avversari della semifinale dall'alto dei sui 195cm di altezza. Grande esperienza per il ragazzo Lombardo che porta il personale sui 60m a 6.68 e assapora gia la stagione all'aperto, dove i 100m saranno molto più nelle corde della sua corsa lanciata.

Il ragazzo si farà. Unico rappresentante della squadra giovanile della storia, in nazionale assoluta, Federico Riva, si deve accontentare della partecipazione, fermandosi in batteria dei 1500m (quarto in3.45.82). Ma non possiamo chiedere di piu ad un ragazzo che quest'anno ha fatto il definivo salto di qualità mostrando tutte le sue qualità. Complimenti Federico!

Piccola delusione per Yassin Buih che non riesce ad entrare in finale sui 3000m, correndo in 7.57.66s. La gara molto dura e piena di contatti ha bloccato il romagnolo a al quinto posto.

Pietro Arese si è goduto questo esordio in nazionale maggiore dando una bellissima impressione. Ha provato fino all'ultimo a guadagnarsi l'accesso in finale ma si è fermato alle batterie correndo in 3.43.55 (terzo)

Il 2021 è senz'altro l'anno dell' esplosione di Rebecca Borga. La veneta regala alle compagne una frazione di staffetta (4x400m) "monstre" che farà fermare il tempo complessivo a 4.30.32 nuovo record italiano assoluto per il quartetto. Nei suoi 400m si ferma in semifinale con 54.23 dopo aver corso in batteria in 52.72s. 

Vladimir Aceti è ormai di fatto tra i più forti quattrocentisti del panorama nazionale, lo dimostra la determinazione con la quale si è guadagnato l'accesso in semi finale europea nei 400m. Veramente ad un soffio dalla qualificazione alla finale. Finisce l'esperienza con il nuovo personale 46.55, e con una gran frazione di staffetta (46.00).