Mercoledì, 20 Gennaio 2021 14:57

PER AMBRA IL CALOROSO BENVENUTO DELLE FIAMME GIALLE

 

 

Ambra Sabatini, velocista e saltatrice in lungo, è entrata oggi a far parte della Sezione paralimpica di atletica leggera delle Fiamme Gialle, raggiungendo Martina Caironi, Oxana Corso e Simone Manigrasso che già da tempo gareggiano per i colori gialloverdi.

 

La collaborazione tra la Guardia di Finanza e il CIP, stabilita con un protocollo d’intesa siglato nel 2012, che non si limita all’atletica, ma ha riguardato in passato nuoto e vela, e attualmente interessa anche gli sport invernali, con il Campione paralimpico e mondiale Giacomo Bertagnolli, si arricchisce, con Ambra, di un ulteriore, importante tassello. L’atleta, classe 2002, oggi ha potuto prendere contatto con il mondo Fiamme Gialle, accompagnata dal Prof. Alfio Giomi,dal suo allenatore, Jacopo Boscarini, dai genitori, Ambrogio e Lorenzina, e dal fratello Mario,  è arrivata in mattinata al Centro Sportivo della Guardia di Finanza di Castelporziano, accolta dal Comandante del I Nucleo Atleti, Ten. Col. Aldo De Donno, da Veronica Borsi, allenatrice del settore ostacoli e dalla Campionessa del Mondo e plurimedagliata paralimpica Oxana Corso, che hanno fatto gli onori di casa.

 

Ambra ha poi incontrato il Comandante del Centro Sportivo, Gen.B. Flavio Aniello e il Comandante del Gruppo Polisportivo, Gen.B. Vincenzo Parrinello, che le hanno dato il benvenuto nella grande famiglia Fiamme Gialle. All’incontro erano presenti anche il Dott. Sandrino Porru, Presidente della FISPES, insieme al Segretario Generale, Arianna Mainardi, e il Presidente Onorario dei Gruppi Sportivi Fiamme Gialle, Gen.D. Gianni Gola.

 

Ambra, nata a Livorno, vive a Monte Argentario, frequenta il 5° anno dell’Istituto Tecnico Commerciale, indirizzo informatico, ed è una sportiva autentica, avendo praticato a lungo prima dell’atletica, pattinaggio e pallavolo. Poi l’approdo all’atletica, specialità mezzofondo.

 

Nel 2019 l’incidente in scooter, proprio mentre stava recandosi all’allenamento, che ha causato l’amputazione dell’arto sinistro, sopra il ginocchio. Lungi dall’arrendersi Ambra ha ripreso a praticare sport impegnandosi dapprima nel nuoto e nel ciclismo, ma non appena ha potuto disporre delle protesi da corsa è tornata all’antico amore, l’atletica, dedicandosi alla velocità, categoria T63. Le prime significative affermazioni, sia sui 100 metri che nel salto in lungo. In occasione dei campionati di società svoltisi a Roma lo scorso 3 ottobre, Ambra ha fermato il cronometro a 15”27, terza miglior prestazione mondiale del 2020 della sua categoria che rafforza il sogno della giovane atleta di partecipare ai Giochi Paralimpici di Tokyo.

 

 

Castelporziano, 20 gennaio 2021

 

  

 

Ufficio Stampa Fiamme Gialle 

 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

tel. 06.51023562