Scherma

News
Lunedì, 09 Marzo 2020 12:26

La sciabola maschile e femminile si qualifica per Tokyo 2020

La sciabola italiana sia maschile con Enrico Berrè e Luigi Samele, che femminile con Irene Vecchi ha conquistato, con un turno di anticipo, la certezza matematica di partecipare alle prossime Olimpiadi di Tokyo.

Con la medaglia d’argento conquistata ad Atene Irene Vecchi e compagne hanno staccato il pass per Tokyo 2020 e sicure di essere tra le 8 squadre protagoniste della gara olimpica

Il quartetto composto, per l’occasione da Irene Vecchi e, a completare il quartetto, Rossella Gregorio, Martina Criscio e Michela Battiston, dopo l'esordio contro la Romania vinto per 45 a 35, ha dapprima superato la Spagna ai quarti per 45 a 39, prima di avere ragione della Polonia in semifinale col punteggio di 45 a 31.

In finale, le azzurre hanno subìto il 45 a 35 dalla Russia.

Anche Enrico Berrè e Luigi Samele con Luca Curatoli e Aldo Montano hanno conquistato il pass matematico per i prossimi Giochi Olimpici.

L'Italia di sciabola maschile, a Lussemburgo, nella penultima gara a squadre di qualificazione olimpica del circuito di Coppa del Mondo, gli azzurri sono saliti sul secondo gradino del podio e conquistato i punti che hanno permesso essere protagonisti in terra nipponica.

Il quartetto composto da, Enrico Berrè e Gigi Samele, e con Luca Curatoli e Aldo Montano, è stato sconfitto, in finale, dalla Corea del Sud col punteggio di 45 a 32. 

Gli azzurri, all'esordio, hanno superato il Canada per 45 a 19 e dopo hanno sconfitto ai quarti la Russia per 45 a 43. In semifinale è poi giunta la vittoria contro l'Ungheria con il punteggio di 45 a 42.