Atletica

News
Martedì, 01 Ottobre 2019 17:42

Mondiali Doha: UN RE IN SEMIFINALE.

 

L'azzurro è strepitoso nel primo round dei 400 (45.08)

Nessun dubbio, Davide Re è nella forma della vita. Una batteria sontuosa, la sua, per facilità di corsa, distribuzione, e decontrazione nel rettilineo conclusivo. Vittoria in 45.08 su Fred Kerley (45.19), che se in effetti lo lascia fare nei metri conclusivi, di contro guarda con un pizzico di meraviglia quella maglia azzurra che gli sfila via sulla destra e taglia il traguardo. Per l'azzurro, la consapevolezza di non aver speso particolari energie per la promozione diretta, sopratutto nell'ultimo rettilineo, quello che è diventato (in particolare all'Europeo a squadre di Bydgoszcz) il suo marchio distintivo. L'azione è tutt'altro che rabbiosa, i piedi sono reattivi al contatto col suolo, l'incedere fluido; l'impressione è che ci sia margine, per la semifinale di domani. 

 

Nel salto con l'asta Claudio Stecchi  riporta un azzurro tra i primi otto, a dieci anni dal settimo posto di Giuseppe Gibilisco a Berlino 2009. La Fiamma Gialla è ottavo nella finale mondiale dell'asta di Doha, in virtù del 5,70 superato al terzo tentativo sulla pedana del Khalifa Stadium. Una gara bellissima, quella alla quale ha preso parte l'azzurro, contraddistinta com'è stata dalla lotta senza quartiere tra i tre favoriti: lo statunitense Sam Kendricks, oro con 5,97; lo svedese Armand Duplantis, argento con la stessa misura; e il polacco Piotr Lisek, bronzo con 5,80