Giovedì, 19 Settembre 2019 20:20

I GRANDI DEL SALTO CON L’ASTA DI SCENA A CASTELPORZIANO

Oggi pomeriggio si è disputato un meeting di salto con l’asta presso il Centro Sportivo della Guardia di Finanza a Castelporziano. La gara è stata organizzata per fornire un test probante agli atleti in vista Campionati del Mondo di Doha, che inizieranno il prossimo 27 settembre. In gara, insieme al nostro Claudio Stecchi, il campione olimpico di Rio de Janeiro 2016 (saltando 6,03, record olimpico), il brasiliano Thiago Braz Da Silva e il giovane belga Ben Broeders, Campione d’Europa under 23 nel 2017.

La gara si è disputata in condizioni atmosferiche abbastanza buone, anche se spirava un leggero e fastidioso vento. A bordo pista tantissimi ragazzi delle sezioni giovanili Fiamme Gialle hanno accompagnato i salti degli atleti con i loro incitamenti.

La vittoria è andata a Braz che ha saltato al primo tentativo 5,50, 5,60 e 5,70, fallendo poi i tre tentativi a 5.80. Ottimo secondo Claudio Stecchi, entrato in gara anche lui a 5,50, misura saltata al secondo tentativo. L’atleta delle Fiamme Gialle ha posto, quindi l’asticella a 5,70. Bello e ben oltre l’asticella il suo salto a 5,70. Anche Claudio ha poi mancato i tre tentativi a 5,80. Al terzo posto Broeders.

Era presente a bordo pedana, anche se non ha partecipato alla gara, il giovane campione europeo in carica, lo svedese Armand Duplantis, terzo di sempre al mondo con la misura di 6,05 metri, attualmente in raduno a Castelporziano, ospite delle Fiamme Gialle insieme agli atleti della squadra svedese di atletica leggera che prenderà parte ai Mondiali.

Un soddisfatto Claudio Stecchi al termine della gara: “E’ andata come volevamo. Ho provato buone sensazioni, sensazioni che non potevo provare in allenamento. In vista di Doha decisamente un buon test”.

Parimenti soddisfatto Giuseppe Gibilisco, allenatore di Stecchi: “Sono contento, perché dopo il meeting di Rovereto, dove aveva saltato 5,72, Claudio ha sofferto di un piccolo problema fisico che oggi sembra, per fortuna, superato”.