Sport Invernali

News
Sabato, 13 Aprile 2019 11:39

SI CONCLUDE A PREDAZZO IL SECONDO DEI TRE CAMPUS FIAMME GIALLE SPORT E LEGALITA’

Si è concluso oggi a Predazzo (TN) il secondo dei tre Campus Fiamme Gialle 2019, iniziativa che rientra nel Progetto della Regione Lombardia “Sport e Legalità – La Scuola in Cattedra”, realizzato in sinergia con le Fiamme Gialle e l’Ufficio Scolastico della Regione Lombardia, al quale ha partecipato un gruppo di studenti dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Eugenio Montale” di Cinisello Balsamo (MI).

Giunti in Valle di Fiemme lo scorso 8 aprile, ospiti del Gruppo Sciatori Fiamme Gialle presso la Caserma “Gen. Carlo Valentino”, i ragazzi del Campus e le loro insegnanti hanno preso parte, dimostrando grande entusiasmo e curiosità, all’intenso programma di attività proposto dagli organizzatori. Nel giorno del loro arrivo a Predazzo, dopo una lezione sulla preparazione degli sci da fondo, gli studenti hanno fatto una prima esplorazione del territorio, visionando fra l’altro, oltre che il centro storico del paese, anche le spettacolari strutture dello Stadio del Salto ed incontrando il campione dello sci alpino Riccardo Tonetti.

Nella seconda giornata in Trentino, i ragazzi hanno potuto provare i simulatori laser di tiro a segno e quelli di canoa e canottaggio (pagaiaergometro e remoergometro), inoltre hanno preso parte ad un seminario sulla metodologia di allenamento per lo sci di fondo e ad alcune attività multidisciplinari in palestra. Mercoledì 10 aprile ecco l’emozionante alzabandiera presso la Scuola Alpina della Guardia di Finanza, seguita da una prova di arrampicata sportiva e da una coinvolgente dimostrazione di soccorso alpino, effettuata sulle nevi di Passo Rolle, curata dal personale cinofilo del SAGF. In serata, grazie alla collaborazione del Capo Ufficio Addestramento e Studi della Scuola Alpina, Ten. Col. Fabio Mannucci, si è poi svolto un seminario sulla legalità, evento al quale è seguito un incontro con il Comandante del V Nucleo Atleti, Ten. Col. Gabriele Di Paolo, che ha illustrato ai ragazzi l’attività e l’organizzazione del Gruppo Sciatori Fiamme Gialle.

Nella quarta giornata il gruppo dell’Istituto “Eugenio Montale” si è spostato in Alto Adige, a Bolzano, per visitare la fiera “Prowinter”, un evento che coinvolge i giovani pronti a lanciare nuove idee per il futuro degli sport di montagna, oltre che un punto d’incontro che segna la fine della stagione invernale facendo da cornice a innumerevoli premiazioni di atleti di vertice della Nazionale italiana e non solo. Sono stati proprio i campioni dello sci azzurro, fra i quali spiccavano le “Fiamme Gialle” Sofia Goggia, Dorothea Wierer, Alex Vinatzer, Luca Del Fabbro, Cedric Christille e Lara Malsiner, ad emozionare in modo speciale gli studenti del Campus e le loro insegnanti, che hanno avuto la possibilità di conoscere da vicino tanti atleti di spessore internazionale con i quali hanno interagito con molte domande e con le immancabili richieste di autografi e foto-ricordo.

Ieri invece i ragazzi si sono spostati a Trento, dove nella mattinata si è tenuta la visita al – MUSE – il Museo delle Scienze, che ha sede nell’avveniristico edificio progettato dall’architetto Renzo Piano. Nel primo pomeriggio gli studenti hanno altresì visitato la sede del CONI Trentino e partecipato, dopo l'incontro con la Presidente Paola Mora, ad un seminario dedicato ai temi della montagna, ambiente ed alimentazione. Rientrato a Predazzo, il gruppo ha preso parte ad una camminata in notturna nei boschi che circondano il paese, un’uscita molto suggestiva ed emozionante per i ragazzi, partiti alla volta di Cinisello Balsamo nella mattinata di oggi.

Cala così il sipario sul secondo dei tre Campus Fiamme Gialle, il prossimo si terrà a Sabaudia (LT), presso il III° Nucleo Atleti (canoa e canottaggio), nel periodo dal 6 all’11 maggio 2019 e vedrà protagonisti gli studenti dell’Istituto Superiore “Caterina Caniana” di Bergamo.

L’obiettivo di questi Campus è quello di “estendere” l’offerta sportiva, formativa e sociale, implementando ed affiancando la tradizionale attività di alta qualificazione tecnica con interventi di promozione sul territorio, in particolare su giovani e giovanissimi, della pratica sportiva, l’educazione allo sport, la diffusione dei suoi valori fondamentali, quali il rispetto delle regole, il valore della legalità, della corretta alimentazione e dell’ambiente, cercando di ispirare così nei ragazzi uno stile di vita sano e basato su solidi principi etici.