Vela

News
Lunedì, 01 Aprile 2019 21:29

Trofeo Princesa Sofia - Palma di Maiorca

Ha preso il via oggi la 50esima edizione della regata intitolata alla Principessa Sofia di Spagna, appuntamento classico che apre la stagione delle regate europee. Numeri importanti anche quest’anno, infatti sono oltre 850 gli equipaggi presenti per 1200 atleti suddivisi fra le dieci classi olimpiche che si sfideranno negli otto campi di regata allestiti nella baia di Palma di Maiorca. Le Fiamme Gialle sono presenti con l’intero parco atleti ad eccezione delle classi RS:X maschili e femminili che proprio nelle acque di Palma di Maiorca avranno il Campionato Europeo con la prima prova in programma il prossimo 9 aprile.  Per tale ragione la pianificazione non poteva prevedere la loro partecipazione  al Trofeo Princesa Sofia così a ridosso di un obiettivo stagionale.

La prima giornata di regate ha visto condizioni di vento debole e instabile da nord est nel mattino, situazione che ha costretto i comitati di regata a posticipare le partenze. Finalmente alle 15:30, con l’ingresso della termica, è stato possibile effettuare buone prove con un vento intorno ai 10 nodi. Buona giornata per la nostra punta Ruggero Tita il quale, assieme alla prodiera Caterina Banti (C.C. Aniene) nella classe Nacra 17 Foiling, si piazza in terza posizione nella classifica generale con due secondi posti parziali che hanno raddrizzato un inizio difficoltoso nella prima prova che il duo “volante” aveva terminato in 18esima piazza. Nella classe 470 femminile giornata simile per la neo arruolata Alessandra Dubbini che a prua di Benedetta Di Salle (Marina Militare) dopo due prove (18-3) si inserisce in nona posizione nella classifica. Silvia Zennaro, nel singolo femminile Laser Radial, attraverso due prove in controllo(9-21) si piazza in 23esima posizione in una flotta composta da 118 atlete. La costanza e fondamentale in questa fase dove nelle classi Laser è molto semplice con pochi errori perdere un elevato numero di barche. Joyce Floridia con parziali medi (32-29) si trova invece in una zona rischiosa della classifica (64), per cui domani avrà bisogno di un’ottima giornata per passare il taglio. Nel Laser maschile dove i numeri sono ancora maggiori, ben 187 partecipanti, la strategia assume un ruolo ancora più importante in quanto occorre bilanciare le scelte tattiche evitando in questo momento rischi eccessivi.  I nostri tre portacolori, Giovanni Coccoluto, Marco Gallo e Gianmarco Planchestainer chiudono la prima prova rispettivamente in 14esima, 26esima e 32esima posizione. L’organizzazione  non ha ancora reso disponibile la classifica provvisoria con la seconda prova di giornata.

Il programma prevede in tutte le classi, eccetto il 470 che regata in flotta unica, per domani la conclusione delle prove di qualificazione, mentre  nei successivi tre giorni, gli equipaggi in finale (Gold Fleet) si batteranno per entrare nelle prime 10 posizioni che varranno l’ingresso nelle rispettive Medal Race che assegneranno le medaglie nella giornata di sabato 6 aprile.

Clicca qui per visitare il sito della regata