Stampa questa pagina
Venerdì, 21 Dicembre 2018 12:08

Un toccante messaggio

Il Comandante del Centro Sportivo, Gen.B. Raffaele Romano, a conclusione del pranzo con i “poveri del Papa”, ha ricevuto dagli ospiti un messaggio che desidera partecipare a tutti gli appartenenti al Centro Sportivo. Così il Generale Romano:

Con l’avvicinarsi del Santo Natale desidero innanzitutto porgere i miei più affettuosi auguri di buone feste a tutti i militari del Centro Sportivo e alle loro famiglie. E’ stato, quello che sta per concludersi, un anno ricco di straordinari successi, a cominciare dalla messe di medaglie conquistate di nostri atleti alle Olimpiadi invernali di PyeongChang, che hanno confermato, se mai ce ne fosse stato bisogno, il ruolo di primissimo piano che i nostri colori rivestono nell’economia dello sport italiano.

I grandi successi sportivi degli atleti delle Fiamme Gialle, che ringrazio di cuore per l’impegno e la passione che pongono ogni giorno in allenamento e in gara, sono resi possibili anche dal lavoro indefesso e parimenti appassionato e partecipe del personale tecnico e di governo, e, in generale, di tutti coloro che lavorano “dietro le quinte”. A tutti loro va il mio sentito grazie

Oltre ai tanti successi sportivi sono orgoglioso di poter affermare che le Fiamme Gialle si impegnano molto anche in campo sociale, con numerose iniziative intraprese durante l’anno sia a Castelporziano sia presso le sedi dei Nuclei Atleti esterni. Ultima in ordine di tempo, e certamente tra quelle che mi sono più care, il pranzo natalizio offerto, il 18 dicembre, presso la mensa del Centro Sportivo dalle Fiamme Gialle a un gruppo di “poveri del Papa”, in collaborazione con l’Elemosineria Vaticana e la società podistica della Santa Sede, l’Athletica Vaticana.

Il pranzo, cucinato e servito a tavola dei nostri atleti, che hanno aderito con grande gioia all’iniziativa, è stato un bellissimo momento di condivisione che ci ha avvicinato tutti ai valori più autentici del vivere, quelli della carità e della fratellanza.

Al momento dei saluti, uno degli ospiti  ha lasciato il messaggio che tengo a riprodurre qui di seguito, che ho trovato molto toccante e che desidero condividere con tutte le Fiamme Gialle:

VOGLIO GUARIRE…

TIRIAMO FUORI IL VELENO DEL RANCORE

DELL’ODIO, DELLA VENDETTA, DELLA INSODDISFAZIONE DEI NOSTRI FIASCHI.

RIAPPACIFICHIAMOCI CON NOI STESSI

VOGLIAMOCI BENE, DIAMOCI UN ABBRACCIO

PERCHE’ DIO CI AMA ED E’ MORTO PER NOI E VUOLE CHE ABBIAMO VITA E VITA IN ABBONDANZA.

ACCETTIAMOCI COSI’ COME SIAMO

CON UNO SGUARDO PIENO D’AMORE E SPERANZA

GUARDIAMO AVANTI

LA GIOVINEZZA NON STA NEGLI ANNI

MA NEL CUORE;

IN UN CUORE UMILE CHE SENTA CHE IL TEMPO

E’ UN DONO DI DIO, PER CRESCERE NELL’AMORE.

GLI ANNI PASSANO PRESTO E SE LI VIVIAMO CON FEDE, CON SPERANZA, CI AVVICINIAMO CON GIOIA ALLA CASA DEL PADRE;

CON UN CUORE UMILE AMOROSO CHE SAPPIA COMPRENDERE E NON CONDANNARE

CHE SAPPIA ANIMARE E NON PIU’ DIFFIDARE

NON SONO IO CON LA MIA VOLONTA’,

CHE POSSO RINNOVARMI, MA E’ GESU’

CHE MI AMA PIU’ CHE IO  ME STESSO,

CHE MI RINNOVA, IO SOLO DEBBO DIRE

GESU’ CREDO IN TE, MI APRO A TE E

MI LASCIO TRASFORMARE DA TE IN UNA

PERSONA NUOVA.”

E’ un messaggio meraviglioso di fratellanza. Le persone che sono state nostre ospiti hanno le loro storie, spesso, purtroppo, intrise di sofferenza e di difficoltà, che ci insegnano tutte qualcosa. Non sappiamo dove trascorreranno il Natale, che spero ardentemente possa essere in qualche modo sereno, ma ci tengo a far giungere loro, dal profondo del cuore, un messaggio di profondissimo affetto e solidarietà da parte mia e di tutto il personale del Centro Sportivo e ringraziarli del dono che ci hanno fatto condividendo con noi un piccolissimo tratto della loro strada e averci lasciato questo sentito messaggio di pace, speranza e fratellanza.”