Get Adobe Flash player
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image

L’eccellenza dello sport “Fiamme Gialle” è riconosciuta anche all’estero.

Nei giorni scorsi il Comandante del Gruppo Polisportivo “Fiamme Gialle”, Colonnello Vincenzo Parrinello, ha effettuato, su espresso invito delle Autorità di Governo, una visita a Chisinau, la capitale della Repubblica Moldova. L’occasione, fortemente voluta dai vertici del Ministero della Gioventù e dello Sport, ha offerto al Governo moldavo l’occasione di approfondire ulteriormente la conoscenza sull’organizzazione dello sport gialloverde, considerata un modello da imitare sia per quanto concerne l’attiva di massima performance sia per le numerose iniziative e progetti messi in campo dalle “Fiamme Gialle” a favore dei giovani e del sociale. Il Governo di Chisinau, impegnato a portare avanti una vasta serie di riforme, ha approfittato dell’occasione per chiedere consigli e suggerimenti in particolar modo per quanto riguarda l’individuazione e la gestione dei giovani talenti, la preparazione degli atleti, la formazione dei tecnici e lo sviluppo delle infrastrutture sportive. Durante la visita a Chisinau, nel corso della quale ha potuto visitare anche i principali impianti sportivi del Paese, il Col. Parrinello ha incontrato il Ministro della Gioventù e dello Sport, Victor Zubcu, il Presidente del Comitato Olimpico moldavo, Nicolae Juravschi, il Presidente della Federazione moldava di atletica leggera, Anatol Balan, il Direttore del Centro di Preparazione Olimpica, Valeriu Golubev, il Segretario Generale del Partito Democratico, Constantin Botnari, e l’Ambasciatrice d’Italia a Chisinau, Valeria Biagiotti.

Il viaggio del Comandante del Gruppo Polisportivo “Fiamme Gialle” è avvenuto ad un anno esatto dalla visita in Italia del Ministro Victor Zubcu che, dopo aver visitato le infrastrutture “Fiamme Gialle” di Roma/Castelporziano e di Sabaudia, ha voluto intensificare i rapporti tra le “Fiamme Gialle” e la Repubblica Moldova in virtù di quell’eccellenza che alle “Fiamme Gialle” viene riconosciuta non solo sul territorio italiano ma anche all’estero.

Sci alpino: Cristian Deville e compagni in raduno a Sabaudia.

La squadra di sede dello sci alpino “Fiamme Gialle” si trova da qualche giorno in ritiro a Sabaudia, presso la struttura che ospita i campioni della canoa e del canottaggio gialloverde, per uno stage di preparazione atletica la cui base è la moderna ed efficiente sede del III° Nucleo Atleti, un complesso di infrastrutture sportive che si presta splendidamente, in questo periodo, anche per le attività degli atleti degli sport invernali. Guidati dai tecnici Loris Donei e Roberto Fontanive, sono impegnati nel cuore dell’Agro Pontino Cristian Deville, Stefano Baruffaldi, Michela Azzola e Valentina Cillara-Rossi, un quartetto che si divide fra il lavoro in palestra, lunghe pedalate in bicicletta, trekking sul promontorio del Circeo e pure, come testimonia la foto, delle uscite in barca su un inedito “quattro con”... il canottiere Francesco Fossi.

Irene Lardschneider e Cèdric Christille protagonisti sul portale dell’Unione Internazionale del Biathlon.

http://www.deltatre.com/wp-content/uploads/2016/12/Internal-website-image.jpgIl sito internet ufficiale dell’International Biathlon Union ha dato grande risalto alla straordinaria stagione dei giovani biathleti azzurri con un ampio servizio intitolato “Italy’s Next Generation”. Nell’articolo, accessibile attraverso questo link http://www.biathlonworld.com/news/detail/italy-s-next-generation-michela-irene-and-samuela vengono ripercorsi i successi del settore giovanile italiano, in particolare quelli della “Fiamma Gialla” Irene Lardschneider (2 ori e 1 bronzo ai Mondiali “Youth” di Brezno-Osrblie) e del compagno di Club Cèdric Christille (1 argento), accompagnati nella loro crescita sportiva dal tecnico gialloverde Michela Ponza.

Christof Innerhofer è ancora in pista.

http://www.christof-innerhofer.com/assets/images/Homepage/_sliderFluid/innerhofer-training-8408_HDR.jpgAncora scampoli di neve per Christof Innerhofer, che ha potuto sciare nei giorni scorsi a Speikboden (BZ) grazie alle ottime condizioni delle piste, imbiancate dalle abbondanti nevicate dell'ultimo periodo. Il finanziere altoatesino di Gais sta ultimando i test materiali in compagnia dello svizzero Didier Defago, ex campione olimpico di Vancouver 2010 che si è ritirato dall'attività agonistica nel 2015. “Avendo chiuso in anticipo la stagione per infortunio ho potuto allenarmi tanti giorni e ancora lo sto facendo - ha dichiarato Christof - In questi giorni mi sono alzato alle 5 del mattino, ma questo non mi pesa perché lo sci è non solo il mio lavoro ma la mia passione. E’ importantissimo poter testare i nuovi sci da discesa su neve tipicamente invernale, farlo in Cile sarebbe troppo tardi e a ridosso dell’inizio della stagione. In più è stato davvero divertente sciare con un grande campione come Defago".

I vertici dello sport italiano plaudono la straordinaria stagione di Sofia Goggia.

Una fra le stelle dello sci italiano più celebrate ed applaudite oggi a Bolzano nell’ambito di “Prowinter”, la fiera internazionale dedicata al noleggio e ai servizi per gli sport invernali, è stata sicuramente la “Fiamma Gialla” lombarda Sofia Goggia, protagonista ai Mondiali e nella Coppa del Mondo di sci alpino con i suoi 13 podi ed il bronzo iridato in slalom gigante. La Goggia ha ricevuto i complimenti del Ministro per lo Sport, l’On. Luca Lotti, del Presidente del CONI, Giovanni Malagò e del Presidente della FISI Flavio Roda, presenti oggi a Bolzano per l’evento “Destinazione PyeongChang 2018”, per l’incontro con i media e per la tradizionale premiazione “FISI Award 2017”.

Leggi tutto...