Get Adobe Flash player
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image

Biathlon-Mondiali giovani: Cèdric Christille e Irene Lardschneider ai piedi del podio nelle individuali di Brezno-Osrblie.

http://www.biatlon-info.sk/images/strediska/ikony-do-menu-2016-17/msjk-osrblie.pngCèdric Christille sfiora il podio nell’individuale sui 12,5 km di Brezno-Osrblie (Slovacchia) che ha aperto oggi l’edizione 2017 dei Campionati del Mondo giovani e junior di biathlon. Il giovane finanziere valdostano, nelle Fiamme Gialle dallo scorso mese di novembre, ha chiuso la propria perfomance con un solo errore al tiro (1-0-0-0) e con un distacco di 1’44” dal vincitore, il canadese Grandbois (zero penalità). Sul podio con il nordamericano anche il russo Khalili (3 errori - +1’14”) e il tedesco Riethmueller (3 errori - +1’21”).

Leggi tutto...

“Fiamme Gialle” in partenza per i Giochi Mondiali Militari Invernali CISM di Sochi.

La delegazione italiana che parteciperà alla terza edizione dei Giochi Mondiali Militari Invernali CISM di Sochi è in partenza dall’aeroporto militare di Pratica di Mare dal quale raggiungerà, nel tardo pomeriggio di oggi, la città russa sede delle Olimpiadi 2014. Del gruppo fanno parte anche 9 atleti delle Fiamme Gialle: Cristian Deville, Manfred Moelgg, Stefano Gross, Michela Azzola (sci alpino), Arianna Fontana, Arianna Valcepina, Elena Viviani (short track), Maikol Demetz (biathlon), Francesca Baudin (fondo) e gli accompagnatori Roberto Fontanive e Gianpaolo Piazzi. L’evento si aprirà ufficialmente venerdì 24 e si concluderà lunedì 27 febbraio. I Giochi Mondiali Militari sono organizzati ogni quattro anni dal Consiglio Internazionale dello Sport Militare (CISM), che fa dello sport un elemento fondamentale per la crescita di valori quali la vicinanza e l’amicizia tra i popoli. Il motto del Consiglio è “amicizia attraverso lo sport”.

Leggi tutto...

Coppa Europa sci alpino: Laura Pirovano ancora sul podio, 2^ nella discesa-bis di Crans Montana.

Laura Pirovano si conferma velocissima in Coppa Europa piazzandosi al secondo posto, dopo la vittoria di ieri, nella seconda discesa libera di Crans Montana (Svizzera) conquistando il suo sesto podio in carriera nel circuito continentale. La Pirovano è battuta solo dall'austriaca Sabrina Maier, che fissa il miglior tempo in 1'15"48, e precede la “Fiamma Gialla” trentina di soli 18 centesimi. Terzo posto per la norvegese Kristin Lysdahl, a 39 centesimi dalla vincitrice. 

Mondiali sci alpino: Marcel Hirscher conquista l’oro anche nello slalom. Miglior azzurro in classifica, 9°, il finanziere Stefano Gross.

Cala il sipario a St. Moritz sui Mondiali 2017 di sci alpino. Nell’ultima gara del programma iridato, lo slalom maschile, a trionfare è stato l’austriaco Marcel Hirscher che si è messo al collo, dopo l’oro del gigante, anche quello delle rapid gates. In testa già dopo la prima manche, Hirscher si è confermato anche nella seconda precedendo sul podio il compagno di squadra Manuel Feller (7° a metà gara) e il tedesco Felix Neureuther (risalito addirittura dalla 10^ posizione). Feller ha chiuso con un ritardo di 68 centesimi da Hirscher mentre Neureuther ha chiuso a +0”93. Quarta posizione per il norvegese Henrik Kristoffersen, uno dei favoriti della vigilia insieme a Hirscher, che ha pagato due manche sciate al di sotto dei suoi livelli abituali chiudendo a +1”04 dal rivale austriaco. Miglior azzurro in classifica, 9° a +1”40, il finanziere trentino Stefano Gross (11° dopo la prima manche) mentre l’altro gialloverde Manfred Moelgg ha recuperato 3 posizioni nella frazione decisiva chiudendo al 14° posto (+1”55).

Leggi tutto...

Mondiali biathlon Hochfilzen: Dorothea Wierer chiude la rassegna iridata austriaca con l’8° posto nella mass start.

Emozioni a non finire nella mass start di Hochfilzen (Austria), ultima gara del programma femminile dei Mondiali 2017 di biathlon. Al termine di 12,5 km al cardiopalma a trionfare è stata la tedesca Dahlmeier, brava nel finale a sorpassare l’americana Dunklee che, come lei, è riuscita a passare indenne i 4 poligoni previsti. La Dahlmeier ha sfruttato al meglio le sue doti di grande fondista sferrando l’attacco decisivo sulla salita più impegnativa del circuito, un’azione contro la quale la statunitense nulla ha potuto se non tentare di limitare i danni per conservare l’argento (chiuderà a 4 secondi dalla vincitrice). Grande ultimo giro anche per la finlandese Makarainen che, malgrado un errore nella prima serie, è riuscita a restare nella scia delle migliori agganciando il podio a poco meno di un km dal traguardo dopo aver superato un’esausta Koukalova (per lei un altro quarto posto dopo quello della staffetta). La migliore fra le 4 azzurre qualificate per la mass start (già questo è un risultato straordinario per il biathlon azzurro)  è risultata la “Fiamma Gialla” Dorothea Wierer che ha chiuso all’8° posto con 1’05” di ritardo dalla vincitrice.

Leggi tutto...