Get Adobe Flash player
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image

Vela : Al via la Kieler woche in Germania

Prende il via la settimana del circuito europeo della vela olimpica che si svolgerà da domani a domenica 25 giugno. Gli atleti si affronteranno sul famoso campo di regata di Kiel, città che si affaccia sul mar Baltico nel nord della Germania. Il campionato si svolge all’interno della programmazione della Kieler woche, tradizionale manifestazione che coinvolge l’intera città attraverso una festa che si snoda, oltre che a livello sportivo, anche dal punto di vista dell’intrattenimento ludico e gastronomico lungo l’intero fiordo.  La partecipazione dei velisti Giallo Verdi si annuncia nelle classi Laser (singolo maschile) e   Laser Radial (singolo femminile). L’evento prevede una prima fase di regate di flotta che determinerà, attraverso le qualificazioni e le successive finali dei gruppi Gold e Silver,  la classifica valevole per l’ingresso alle Medal Race, finalissima riservata ai primi dieci equipaggi prevista per la giornata di domenica. Le previsioni meteo preannunciano una buona settimana di vento, condizioni classiche che normalmente alternano giornate di bel tempo a giornate fredde e piovose.

GLI ATLETI FIAMME GIALLE IN GARA:

Laser Radial: Silvia ZENNARO, Joyce FLORIDIA;

Laser: Francesco MARRAI;

Link per seguire la regata: http://www.kieler-woche.de/

A Gorizia i Campionati italiani individuali e a squadre serie A/1

Saranno 14 gli atleti gialloverdi presenti da mercoledì 7 a sabato 11  giugno, a contendersi il titolo di Campione Italiano presso l’Ente Fieristico della città di Gorizia,  competizioni valida anche come Campionati Italiani Interforze.

Il programma delle gare prevede per la prima giornata, quella di mercoledì 7 giugno, lo svolgimento della prova individuale di fioretto maschile  (Valerio Aspromonte, Giorgio Avola e Guillaume Bianchi mentre, Daniele Garozzo, verrà schierato nella gara a squadre) e della sciabola femminile, (Martina Petraglia, Lucrezia Sinigaglia e Irene Vecchi).

Giovedì 8, spazio alle gare a squadre di fioretto maschile e sciabola femminile.

Venerdì 9, sarà il turno del fioretto femminile (Olga Calissi,  Camilla Mancini, Beatrice Monaco e Serena Rossini),  e della sciabola maschile con Enrico Berrè, Francesco D’Armiento, Alberto Pellegrini e Luigi Samele. Sabato 10  spazio alla gara a squadre.

Leggi tutto...

Kevin Ojiaku 8,20 nel salto in lungo. Quarto italiano di sempre

Un vero e proprio salto di qualità. Oggi a Torino Kevin Ojiaku è atterrato a 8,20 nel lungo con un vento nella norma di +1,6, issandosi al primo posto delle liste europee dell'anno e al quinto di quelle mondiali. Il 28enne delle Fiamme Gialle, nel corso della seconda prova regionale dei Campionati di Società, ha abbattuto per la prima volta in carriera il muro degli 8 metri, realizzando allo stesso tempo lo standard di iscrizione per i Mondiali di Londra. Sulla pedana dello Stadio Nebiolo e con la maglia del suo club di origine, l'Atletica Canavesana, Ojiaku si è migliorato in un colpo solo di 27 centimetri: il suo precedente limite personale era il 7,93 indoor di quest'anno, mentre il suo salto più lungo è 7,97 ventoso di Latina nel 2016. Questa la serie completa di oggi: 7.62 (-0.6) - 7.83 (+1.5) – X - 8.12 (+2.1) - 8.20 (+1.6) - X.

Con il salto di oggi il piemontese raggiunge una nuovo dimensione agonistica, diventando il quarto italiano di sempre nella specialità. Meglio di lui solo Andrew Howe, recordman italiano con 8,47, Giovanni Evangelisti con 8,43 e Simone Bianchi con 8,25. La stessa misura, 8,20, è stata realizzata anche da Nicola Trentin nel 2003. 

Dotato di notevoli mezzi fisici (1.95 x 78kg), Ojiaku vive e si allena nel Centro Sportivo delle Fiamme Gialle di Castelporziano (Roma), dove è seguito da circa un anno da Andrea Matarazzo. Nato a Ivrea (Torino) e cresciuto atleticamente con Davide Di Chiara, prima di concentrarsi sul lungo è stato un talentuoso saltatore in alto (partecipando sia ai Mondiali Allievi 2005 che alla Gymnasiade del 2006), disciplina che ha dovuto abbandonare a causa di ricorrenti problemi di ernia al disco che lo hanno portato anche a un’operazione chirurgica.

Leggi tutto...

Shanghai: il fioretto termina la stagione internazionale

Questo fine settimana, Shanghai segnerà la conclusione della stagione di Coppa del Mondo di fioretto. E’, infatti, in programma la prova combinata che vedrà la presenza in contemporanea sia dei fiorettisti che delle fiorettiste. Per la disputa dell’ultima gara stagionale saliranno in pedana i nostri fiorettisti Daniele Garozzo, Giorgio Avola, Valerio Aspromonte e Guillaume Bianchi  nel fioretto maschile e  Camilla Mancini, Beatrice Monaco e Olga Calissi nel fioretto femminile.

La giornata di venerdì sarà interamente dedicata alla fase di qualificazione ed ai turni preliminari. Sabato sarà la giornata invece riservata al tabellone principale di fioretto femminile che si finirà nel pomeriggio cinese (la mattina in Italia) con la fase finale e la successiva cerimonia di premiazione. Domenica invece in pedana saliranno i fiorettisti per affrontare il turno dei 64 e gli assalti successivi sino alla fase finale ed alla premiazione del vincitore.

Madrid segna, per gli sciabolatori, la penultima gara del  circuito di Coppa del Mondo. A salire sulle pedane madrilene ci saranno i nostri quattro atleti, Enrico Berrè, Luigi Samele, Alberto Pellegrini e Francesco D’Armiento. Domenica, ci sarà la gara a squadre.

 

Tauber: Camilla Mancini oro nella prova di CdM a squadre

Nella prova di Tauber (Ger) del circuito di Coppa del Mondo di fioretto femminile, la squadra italiana di fioretto femminile, con Camilla Mancini ha conquistato la quinta vittoria consecutiva della stagionale.

Le azzurre hanno quindi concluso imbattute la “regular season” di Coppa del Mondo, avendo collezionato in precedenza i successi nelle tappe di Cancun, Saint Maur, Algeri e Danzica

Sulle pedane di Tauber, la squadra azzurra composta da Camilla Mancini e da Arianna Errigo, Alice Volpi e Martina Batini,  ha superato in finale le padrone di casa della Germania col netto punteggio di 45 a 33.

Nel percorso di gara le azzurre avevano esordito superando l'Argentina per 45 a 18, proseguendo poi col successo ai quarti contro il Canada col punteggio di 45 a 39 e poi in semifinale contro la Francia per 45 a 40.

(Foto Augusto Bizzi)