Get Adobe Flash player
Sabato, 22 Agosto 2015 18:31

IL K2 AZZURRO NON AGGUANTA (PER ORA) L'OBIETTIVO OLIMPICO Featured

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Non sono buone le notizie che purtropo giungono dal Campionato del Mondo di Canoa in corso di svolgimento all'Idroscalo di Milano. Oggi è stata la giornata dei primi verdetti e questi, purtroppo non sono positivi per i colori azzurri e nel contempo gialloverdi.

Nella finale di stamattina il K2 di Giulio Dressino e Nicola Ripamonti adotta la tattica di gara che ieri si era rivelata vincente e cioè sferrare un attacco deciso già in partenza. Ma evidentemente non avevano calcolato che tale scelta poteva essere anche adottata da altri. Tant'è che ai 500 mt. l'armo azzurro viaggiava nelle primissime posizioni senza aver dato quel distacco che avrebbe consentito di controllare la parte finale. Ed infatti, negli ultimi 250 mt. partivano la Germania, l'Australia, la Serbia e la Slovacchia senza che i nostri avessero più "benzina" per respingere l'attacco decisivo, chiudendo in 8^ posizione in 3'14''56'''.

Forse la delusione per questa finale, ha giocato un brutto scherzo soltanto qualche ora più tardi, nel K4 1000 mt. dove l'armo con Ripamonti, Dressino, Battelli e Ricchetti ha chiuso in 7^ posizione in 2'57''27''' salutando, di fatto, le speranza di schierare una "barca lunga" ai prossimi Giochi Olimpici.

Un barlume di speranza rimane per il K2, il quale per un complesso regolamento di ammissione alle Olimpiadi, dovrà domani sperare in un buon  piazzamento di Slovacchia e Bielorussia nella finale del K4 1000 mt. per continuare a cullare il sogno di andare a Rio de Janeiro il prossimo anno. 

Read 11755 times Last modified on Sabato, 22 Agosto 2015 19:04

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.